Archivi tag: notte

3.20 a.m.

tumblr_nii2orwad41qmtagno1_500

-Mani irriverenti e forti
 che a frugar 
 nel corpo tuo vorrei 
 anch’Io
 infilar 
 la 
 dove fino il corpo tuo finisce...

 

 

 

 

-senza pietà
possano
le tue mani
irriverenti e forti
frugare il corpo mio
e plasmare
la carne
a disegno
tuo

senza

pietà

lacondanna

ildanno

l’incanto

l’inferno

di

te

senza pietà

gUaNtINeRi

[_____________NUoVaSoSpE

nSIoNe__________]

TiStOA

sPettA

nDo

respiroariadisale

labbrasporche

occhichiusi

ho disegnato il mio profilo su sabbia

il mare lo porta a te

.

I. 12,15


GRaZie Dei FioRi

grazie dei fiori


sconf
inar
eilc
omun
esen
sode
lsen
tire

 

LaSciOLaCaRnEAlLeManI

LaScIoLaPeLLEaLLiNcaNto

[_________Io_______

_____]

trattengo respiro

occhi chiusi

[NuOVaSoSpEnSioNe]

ti aspetto

venti4

I. 10,01


I. 17,07

– ma chi è che attacca la musica per bambini a quest’ora?

– deve essere quello dell’attico

– si è reso conto di che ora è?

-secondo te?la prossima volta che spacca le palle ho pensato cosa fare

-….

-no,non musica a tutto volume…, immagina a finestre spalancate la diffusione dell’audio di un bel  porno di quelli che dico io, in 5 minuti ristabilisco la quiete.

– ma dai, tu sei matta

-io?nooo,sono buona e secondo me ringraziano anche

[IlarITàNelLaRia]

ilbuongio
rnosive
dedalmat
tino

[dipendedacomehopassatolanotte]

LeLaBbRaS

oRrIdONo


365/365

1451977_557269994362036_1823248883_a

 

niente da dire

nessuno da ringraziare

I. 17,48


22.30.29

scritto per strada

 

InCeSsAnTeInCa

NtOdeLTra

ScOrR

eRe

lentodisegnare
anima
pelle
muri
ore
io



odore di sale nell’aria

[_____IoDiVeNtO

_______]

I. 11,45


I. 02,30

 

 

Though nothing, will keep us together

We could steal time,

just for one day

We can be Heroes, for ever and ever

What d’you say?

[_________________iO_]









sciolgo i capelli




[SuoNoMitaGlia]


sporcolaf
acciadi
dolor
e

nonmivedenessuno


e niente

I. 02,45

 

 

È stato un solco
 Tracciato all'improvviso
 Senza certezze,
 Senza prudenza
 Nell' annusarci
 D'istinto e di stupore,
 In un crescendo
 Che ha dell' irregolare.
 Forse l'attesa
 Ci ha visto troppo soli,
 Forse nel mondo
 Non sapevamo stare
 Così distanti
 Ad aspettarci ancora.
 Così prudenti,
 Così distanti,
 Così prudenti.
 Sei il suono, le parole
 Di ogni certezza persa dentro il tuo odore.
 Siamo gli ostaggi di un amore
 Che esplode ruvido
 Di istinto e sudore.
 È stato un lampo
 Esploso in un secondo
 A illuminarti in un riflesso,
 Quando temevi
 Tutta la luce intera,
 L'iridescenza
 Della tristezza.
Probabilmente
 Lasciandomi cadere
 A peso morto
 Al tuo cospetto
 Avrei sicuramente
 Permesso la visuale
 Sulle mie alienazioni,
 Sui miei tormenti,
 Sui miei frammenti.
Ma voglio che tu
 Tu piano piano scivoli dentro me,
 Ma voglio che poi
 Nell'insinuarti sia incantevole.
 Ma voglio che tu
 Tu piano piano faccia strage di me
 In un incerto compromesso
 Tra la mia anima e il suo riflesso.
Sei il suono, le parole
 Di ogni certezza persa dentro il tuo odore.
 Siamo gli ostaggi di un amore
 Che esplode fragile
 Di istinto e sudore.
Quanti graffi da accarezzare
 Per tutti i cieli che possiamo tracciare,
 Tutte le reti del tuo odore
 Dentro gli oceani che dobbiamo affrontare.
Ma voglio che tu
 Tu piano piano scivoli dentro me,
 Ma voglio che tu
 Nell'insinuarti sia incantevole.
 Ma voglio che tu
 Tu piano piano scivoli dentro me,
 Ma voglio che tu
 Nell'insinuarti tu sia incantevole.
 Ma voglio..

[sUonOsIAlzA]

sEmPrEGioRnO

TiAsPeTtO

aCcOMpaG

NaMi

DoVe

NoNSoNoSt

ATaMaI

eNieN

tE

.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: